Violenza sulle donne: Filippine

La rete Gabriella:«Quegli abusi dei soldati su di noi»

di Geraldina Colotti – Fonte : il manifesto

Per ogni donna che cade, altre 10 prenderanno il suo posto», dice al manifesto Joan Salvador, rappresentante della rete Gabriela, che agisce nelle Filippine. Joan Salvador ha rappresentato il suo paese a un incontro internazionale, che si è tenuto a Dusseldorf in preparazione della Conferenza mondiale delle donne «di base», che avrà luogo a Caracasdal 4 all’8 marzo 2011. Un appuntamento, organizzato da una rete di collettivi di donne dell’America latina e dell’Europa (in particolar modo Ana Soto del Venezuela), che ha coinvolto donne di tutti i continenti; e che avrà al centro i diritti negati delle donne, la loro resistenza e le loro proposte.

Gabriella – spiega Joan – «è una rete nazionale di organizzazioni di base che si occupa di diritti umani, in particolare di quelli femminili. Si batte contro la violenza sessuale, la tratta, e anche contro censura e repressione che sono tutt’ora molto alte nel paese».

Gabriella è l’acronimo di General Assembly BindingWomen for Reforms, Integrity, Equality, Leadership, and Action, ma è stata chiamata così anche «in onore di Gabriella Silang, che ha guidato una rivolta contro la Spagna nella seconda metà del XVIII secolo». La rete – spiega ancora Joah – è stata fondata nell’aprile 1984. Allora, «10.000 donne marciarono a Manila, sfidando un decreto del dittatore Marcos che proibiva le manifestazioni ».

Da allora, le donne filippine scendono in piazza sfidando la repressione e i piani dei governi che, col pretesto della «lotta alle organizzazioni combattenti, colpiscono le attiviste e la popolazione civile dei villaggi». Oggi – denuncia Joan – «molte donne della società civile sono in carcere con l’accusa di aver aiutato la resistenza armata, anche se non è vero. Una omeopata è stata arrestata a marzo 2005 a casa sua. Per quattro giorni non si è saputo dove fosse. Gabriella si è mobilitata, ha promosso una campagna per chiedere all’esercito la ricomparsa della dottoressa, che era anche una mediatrice di pace. Invece, sui media veniva presentata come una leader del Partito comunista filippino. Quando l’abbiamo rintracciata, abbiamo saputo che per quattro giorni è stata tenuta in carcere  bendata e in una stanza buia e fredda e che è statamolestata sessualmente».

Un’altra donna, Judy Lee, «il mese scorso ha partorito un bambino, il giorno dopo nonostante fosse bisognosa di cure, è stata riportata in carcere». Un’altra ancora, «Mercy Castro aveva una gravidanza a rischio, ma il governo non ha permesso che le venissero prestate le adeguate cure mediche, e Mirna, una delle attiviste di Gabriella, è da tempo in carcere senza processo, ma ogni volta si trova un pretesto per rinviare l’udienza».

Gabriela si mobilita «contro l’impunità e i poteri di cui gode l’esercito, che persegue e intimidisce gli attivisti e la gente comune nei villaggi, in primo luogo le donne. Con questo governo – afferma ancora Joan Salvadore – le cose non sono cambiate, la subordinazione agli Stati uniti non è diminuita, la popolazione è sempre in miseria». Un esempio? «Sulla cordigliera abbiamo moltissimi minerali che servono alla popolazione, ma di cui la popolazione non usufruisce perché vanno a vantaggio delle multinazionali, che hanno mano libera per distruggere l’ambientema non creano risorse per la popolazione».

L’alternativa? «La sta mostrando, in concreto, il Partito comunista che in molti villaggi costruisce un altromodo di vivere, e le donne sono in prima fila».

 

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: